Membra di un paesaggio

Partoriti dalle mie mani
e dalle mie mani liberati,
su un altare scarno
celebro pezzi di me.
Mi muovo
in questo spazio senza tempo
al ritmo di una danza rituale.
A ogni passo
una forza ancestrale
cresce in me
e in questa brutalità di caos primigenio
mi protegge e mi orienta.
Sono erba offesa dal vento
Sono pianta bruciata dal sole
sono roccia corrosa dall’acqua
sono terra sgretolata e ricomposta,
sono paesaggio.

Valeria Frisolone

Link Non giudicare
Il progetto espositivo, a cura di Viola Emaldi con il collettivo Magma, prende spunto dalla tradizionale devozione per l’Arcangelo Michele, patrono della città di Bagnacavallo e oggetto di un culto diffuso, per indagare, attraverso l’arte contemporanea, l’attualità di questa figura e la simbologia che l’accompagna.
Michele, “colui che è come Dio”, ossia che è giusto, ci invita a cercare, prima dentro e poi fuori, l’equilibrio tra i piatti della bilancia del bene e del male. Attraverso la sua figura ci sprona, però, a farlo tenendo sempre a mente che, pur inavvertitamente, tali estremi sono sempre legati l’uno all’altro, e dunque il giudizio su di loro, raffigurato dalla spada, dev’essere sempre orientato verso un’armonia superiore che, necessariamente, trascende il mondo in cui viviamo. Non giudicare, pur dovendo inevitabilmente farlo, diventa così quasi una pratica meditativa, di ardua ma fondamentale applicazione, nel travagliato viaggio verso la conoscenza di sé.
Questa è la prospettiva che l’esposizione vuol suggerire affidando il tema all’arte contemporanea, espresso attraverso la riflessione di artisti visivi contemporanei fortemente legati al territorio romagnolo per nascita o ragioni di vita, le cui opere saranno accompagnate da una breve traccia audio di guida alla lettura. Artisti: Yuri Ancarani, Sergia Avveduti, Bertozzi & Casoni, Silvia Camporesi, David Casini, Stefania Galegati, Chiara Lecca, Enrico Minguzzi, Alessandro Pessoli, Alessandro Roma con Paola Ponti, Andrea Salvatori, Marco Samorè, Nicola Samorì, Italo Zuffi.
Dall’11 settembre all’11 ottobre
Convento di San Francesco Bagancavallo